Stazioni di marcatura

I marcatori laser da banco sono generalmente dotati di fonti laser a semiconduttore ed utilizzati per la marcatura laser statica su materiali duri quali i metalli o le plastiche. Le ragioni che rendono unica questa tecnologia, oltre alle indiscusse caratteristiche anticontraffazione, sono sicuramente da ricercarsi nella qualità e ripetibilità della stampa, la longevità delle fonti, l’assenza di contatto con il substrato e dalla pressoché mancanza di manutenzione dell'incisore laser impiegato. Sebbene i principi fisici che consentono al marcatore laser di stampare messaggi alfanumerici, loghi e codici a barre siano sempre gli stessi, nel caso dell'incisione laser su metallo bisogna tener conto delle variazioni cromatiche indotte dall’ossidazione dei metalli. Questa caratteristica propria di ogni metallo è determinante per verificare l’affinità tra la fonte laser ed il materiale da marcare al fine di decidere il tipo di incisione laser (marcatura) da eseguire, precisamente:

  • Annealing

I metalli ferrosi quando sottoposti ad irraggiamento laser subiscono un processo di ossidazione dovuto al forte riscaldamento locale. Questo processo non crea delle vere e proprie incisioni in quanto il materiale asportato è meno di 30 µm, ma si presenta con una variazione cromatica – generalmente più scura – che dona un ottimo contrasto al messaggio stampato. L'incisione laser su metallo ottiene risultati particolarmente apprezzabili in caso di acciai inossidabili e titanio, poiché in questi casi si produce un contrasto eccellente così come risulta eccellente la classe di leggibilità dei codici a barre e dei QRcode.

  • Incisione

Questa tecnologia di marcatura laser è applicabile su moltissimi materiali ma viene molto spesso utilizzata sui metalli, per la marcatura laser su plastica e su ceramica. Contrariamente all’annealing, l’incisione asporta più materiale e l’effetto ossidante crea la decolorazione del substrato. Il risultato finale vede un messaggio inciso e dalle tonalità più chiare rispetto al colore del substrato.

logompix

Cabina laser Tradex MP2 - MP10 Station

La cabina laser MP2/MP10 Station di mpix è un sistema di marcatura che utilizza un laser allo stato solido pompato a diodi racchiuso all’interno di una cabina di protezione in solida lamiera stampa...